COPA AMERICA CENTENARIO – WEEK 3

Le vittorie di Cile e Argentina chiudono la fase a gironi di questa edizione della Copa America. Vediamo com’è andata questa terza, e ultima, giornata.

GRUPPO A, USA PRIMI A SORPRESA

L’ultimo turno della fase a gironi del Gruppo A vede di fronte USA e Paraguay: agli uomini di Klinsmann basta un pareggio per qualificarsi alla fase successiva, mentre l’Albirroja necessita assolutamente dei 3 punti, essendo ferma a quota 1 in classifica. Partono forte gli uomini di Diaz, ma sono gli USA a passare in vantaggio con Dempsey, che insacca comodamente alle spalle di Villar dopo un cross rasoterra di Zardes. Ad inizio secondo tempo, DeAndre Yedlin si fa espellere nella maniera più ingenua possibile: doppio giallo nel giro di 1′ e via sotto la doccia. Gli USA restano in 10 quindi per tutta la ripresa, ma riescono a resistere all’assedio dei paraguayani, soprattutto grazie alle parate di Guzan e alle chiusure di Brooks, portando a casa l’1-0 e la qualificazione. Nell’altro match, l’argentino Pekerman attua un ampio turnover contro la Costa Rica, lasciando in panchina Ospina, Murillo, Cuadrado, Cardona, J. Rodriguez e Bacca. E i risultati sono disastrosi: la Colombia perde la partita (3-2 per la Costa Rica, con i gol di Venegas, Aut. Fabra e Borges per la Costa Rica, Fabra e Duran Moreno per la Colombia) e il primo posto nel girone.

GRUPPO B, BRASILE CLAMOROSAMENTE ELIMINATO

Nel Girone B, l’Ecuador non tradisce le attese e schianta Haiti 4-0 con i gol di Enner Valencia, Jaime Ayovì, Noboa e Antonio Valencia. Gli uomini di Quinteros partono fortissimi, giocando una prima mezz’ora a ritmi altissimi. Dopo aver raggiunto una situazione di vantaggio più tranquilla, scendono un po’ i ritmi ed esce la voglia di far bene di Haiti che, nonostante diversi tiri nello specchio (presa anche una traversa), non riesce però a segnare il gol della bandiera. Nell’altra partita del raggruppamento, il Perù elimina clamorosamente il Brasile di Dunga (esonerato poche ore fa dalla federazione brasiliana) con un gol palesemente di mano di Raùl Ruidiaz a un quarto d’ora dalla fine: vibranti le proteste dei verdeoro ma, dopo diversi secondi di consultazioni, la squadra arbitrale decide di assegnare la rete alla Blanquirroja, evidentemente non essendo riuscita a cogliere il tocco col braccio (nettissimo). Dunque, il Perù chiude a sorpresa come prima del girone, davanti all’Ecuador, seconda.

GRUPPO C, IL MESSICO CONSERVA LA PRIMA POSIZIONE

In questo girone, dove già si conoscevano le squadre che sarebbero andate ai quarti di finale, c’era solo da decretare chi sarebbe passata come prima e chi come seconda tra Messico e Venezuela. E’ proprio la sfida tra ‘El Tricolòr’ e ‘La Vinotinto’ che apre l’ultimo turno del Gruppo C: il match termina 1-1, con la rete di Velasquez in apertura di match per il Venezuela, raggiunta solo alla fine da un bellissimo gol di Corona, che consegna il primo posto ai messicani (per via della differenza reti). L’Uruguay di Tabarez è invece chiamato quantomeno a salvare la faccia, dopo due brutte sconfitte, contro la Giamaica di Wes Morgan: la partita, però, non è mai in discussione e la Celeste vince 3-0 con le reti di Abel Hernandez, Aut. Watson e Corujo Diaz. Da sottolineare come, tra i marcatori dell’Uruguay in questa Copa America, non figuri i nome di Edinson Cavani, autore di una pessima prestazione nel torneo. Chiude quindi terza a 3 punti l’Uruguay, davanti alla Giamaica ultima a quota 0 e dietro a Messico e Venezuela, entrambe a quota 7.

GRUPPO D, PANAMA NON RIESCE NELL’IMPRESA

Il Cile di Juan Antonio Pizzi supera per 4-2 Panama, che soccombe a causa del divario tecnico troppo ampio, nonostante una buonissima prestazione (soprattutto offensiva, e mancava Blas Perez, il capocannoniere). Per la Roja a segno con due doppiette Eduardo Vargas e Alexis Sanchez, mentre per Panama Camargo (che aveva portato momentaneamente in vantaggio i suoi) e Arroyo. L’Argentina, invece, archivia la pratica Bolivia in mezz’ora: al 12′ Lamela, al 15′ Lavezzi e al 32′ Cuesta regalano un successo già scritto all’Albiceleste, che si dimostra miglior squadra del torneo fin’ora con 3 vittorie su 3, 10 gol fatti e 1 solo subito. La notizia, piuttosto, è che Lionel Messi, entrato nell’intervallo al posto di uno spento Higuaìn, non abbia segnato nemmeno un gol. Dunque, il Girone D si chiude col l’Argentina in testa con 9 punti, il Cile dietro a 6 punti, Panama a 3 e la Bolivia a 0.
Infine, diamo uno sguardo ai quarti di finale:
USA-Ecuador 17/06 ore 03.30
Perù-Colombia 18/06 ore 02.00
Argentina-Venezuela 19/06 ore 01.00
Messico-Cile 19/06 ore 04.00
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...