Toronto vince ma non convince mentre NY RB dicono addio alla MLS Cup

Al BMO Field di Toronto è andata in scena la partita di ritorno della semifinale di East Conference tra Toronto FC e NY RB, dopo la prima gara giocata in NJ conclusasi con il risultato di 2-1 per i canadesi.
La partita ha riservato parecchie emozioni, non v’è dubbio, ma poche quelle al livello calcistico vista la grande posta in palio e l’elevato nervosismo in campo, convogliato tutto in un rosso per parte e diversi ammoniti. 0-1 il risultato finale con gol di Bradley Wright-Phillips su assist (fortuito) di Royer, ma per i gol segnati fuori casa è la squadra di Giovinco ad accedere alla finale.

Un match molto teso

Sin dai primi minuti era chiaro che la partita sarebbe stata dura per l’arbitro Chris Penso che ha dovuto estrarre ben 8 cartellini gialli, due rossi, ed intervenire in più di un’occasione per decisioni fondamentali, come il gol annullato a Toronto in occasione di un fallo in area newyorkese.
Il peggior siparietto però ce lo regala Jozy Altidore che, a seguito di una discussione con Kljiestan, simula un colpo al volto, causando l’epsulsione del fantasista di NYRB ed anche la sua per le reiterate polemiche con lo stesso calciatore nella USMNT.

NY Red Bulls sempre belli ma incompiuti

Anche quest’anno i giallo blu guidati da Jesse Marsch hanno raccolto meno di quel che hanno fato vedere almeno sul campo questa sera. Vero pure che durante l’anno non avevano stupito affatto, forse orfani di quel capitano McCarty, volato a Chicago, che era il “volante” della squadra e il catalizzatore del flusso di gioco.
Finisce così l’avventura e si pensa già al prossimo anno con la MLS 2018, voto comunque sufficiente alla franchigia del NJ.

Toronto vince ma non convince

Dopo un’annata devastante Toronto sembra impallato ed appannato in questi playof match di MLS: il match contro i NY RB hanno palesato queste difficoltà nel creare gioco, messe a nudo proprio in un match in cui segnare un gol avrebbe voluto dire archiviare il discorso qualificazione.
Vazquez, Altidore e lo stesso Giovinco sembrano nona vere quello smalto che durante l’anno ha fatto lustrare gli occhi agli appassionati della MLS.
La finale di Conference ancora è lontana, ma servirà la miglior amalgama a Greg Vanney per ritrovare il bandolo della matassa.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...