Giovinco nel match tra Toronto e ORlando City per MLS Magazine

Messi chi? Ecco il nostro Giovinco!

Avete presente quello che fanno Messi e Cristiano Ronaldo ogni anno? Bene, Giovinco per gli americani è questo: 105 partite, 66 gol e 38 assist, basterebbe leggere questi numeri per capire cosa sia Giovinco per l’MLS. Arrivato nel gennaio 2015 a Toronto con un stipendio faraonico (all’epoca) di 8,5 milioni a stagione per sentirsi finalmente protagonista dopo anni passati tra luci e ombre alla Juventus, le aspettative su di lui erano moltissime sia perché Toronto si aspettasse che lui avrebbe portato la squadra al successo sia perché c’era già qualche malpensate che sosteneva che Giovinco fosse andato lì solo per farsi una vacanza ben pagata.

Benvenuto in MLS Seba!

La prima stagione a livello personale è esaltante: 22 gol e 13 assist gli permettono di vincere sia il titolo capocannoniere (alla pari con Kamara), sia il titolo di assist-man che il titolo di miglior giocatore dell’anno (primo nella storia dell’MLS a riuscirci) oltre a essere premiato come miglior debuttante della stagione. A livello di club però la prima stagione non finisce benissimo, con l’eliminazione al primo turno dei play off dagli storici rivali di Montreal.

Un’escalation dritta verso la MLS Cup

Il secondo anno si apre con aspettative ancor più grandi dopo la grande stagione precedente e il rinforzo della squadra, ma finisce, forse, anche peggio della precedente (nonostante la vittoria della Canadian Championship) visto che Toronto perderà in finale play off contro Seattle ai rigori dove Giovinco (autore di un’altra stagione eccezionale con 21 gol e 16 assist) nemmeno riuscirà ad arrivarci a causa di un infortunio durante i supplementari. Ma si sa, dalle sconfitte si diventa ancora più forti e proprio con questa mentalità Giovinco e compagni affrontano la nuova stagione.  Qualche infortunio durante la stagione lo limita, nonostante tutto però chiuderà la stagione con numeri di alto livello (17 gol e 7 assist), ma ciò che conta è che riuscirà finalmente a portare Toronto, oltre all’ennesimo trionfo in Canadian Championship con 3 gol in 3 partite, a vincere l’MLS, battendo in finale Seattle 2-0 (grazie anche a un suo assist) e vendicandosi nel migliore dei modi della sconfitta subita lo scorso anno. In tre stagioni Giovinco è riuscito a entrare nel cuore di tutti gli americani, facendoli appassionare al calcio (basti vedere quanti tifosi di Toronto erano ad assistere la finale) dunque non poteva manca nella nostra hall of fame.

Un campione degno della Hall of Fame

L’MLS ha avuto campioni come Beckham, Henry oppure i vari Donovan o Dempsey, ma quello che ha fatto Giovinco (a livello di risultati, ma anche a livello sportivo) sicuramente mai nessuno prima d’ora era riuscito a farlo e chissà, forse neanche Ibrahimovic riuscirà ad eguagliarlo. Per questo possiamo dire che è esistita un mls prima di Giovinco e un mls dopo Giovinco, visto che lui, da bravo messia, ha dispensato e diffuso il calcio in tutta l’America!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...